Autoritratto con Bonito 1941 Frida Kahlo

Autoritratto con Bonito 1941 Frida Kahlo

Frida Kahlo realizza Autoritratto con Bonito, una delle sue opere più famose, l’8 dicembre 1940.

Come tutti i dipinti di Frida, anche questo ha un retroscena. Era a San Francisco con Diego Rivera, dove si è sposata. Lei, prendendo le cose dall’arte del marito, iniziò ad adottare e utilizzare aree di colore ampie e semplici catturate in uno stile volutamente ingenuo. Qual è il tipo di stile che si può vedere in questo lavoro. È stata una delle persone che l’ha influenzata di più.

Poco dopo il suo matrimonio con Rivera (la seconda volta che sposò l’uomo), nel ’29, Frida ricevette la notizia che suo padre, Guillermo Kahlo, era morto. Dopo quella dura notizia, l’artista è tornata a vivere nella sua casa di famiglia a Coyoacán, in Messico. E poco dopo il suo ritorno, dipinse questo autoritratto.

Lei in essa è vestita di nero, mostrando il lutto che stava ancora vivendo mentre la dipingeva per la morte del padre. Sulla sua spalla c’è il suo amato pappagallo, il suo Bonito, anche lui morto di recente. Non indossa i soliti gioielli o fiori tra i capelli. In questo dipinto, Frida mostra la sua tristezza e la solitudine con cui sta vivendo un momento di perdita della sua vita.

Sebbene sia in lutto, lo sfondo è pieno di vita. Il dipinto sembra essere un “ritratto di vita e di morte”, un tema utilizzato in molti dei dipinti dell’autore.

Torna su