Autoportrait avec collier d’épines, 1940 Frida Kahlo

Autoportrait avec collier d'épines 1940 Frida Kahlo

Autoritratto con una collana di spine e un colibrì, fu dipinto da Frida Kahlo nel 1940. Sebbene questo dipinto sia di piccole dimensioni (circa 16×24), attira molto interesse, poiché contiene tanti aspetti simbolici per Frida Kahlo. In questo ritratto, Frida Kahlo affronta lo spettatore con uno sfondo di grandi foglie verdi e una foglia gialla proprio dietro di lei. Le spine sono intorno al suo collo come una collana trattenuta da una tuta nera. Il suo collo sta sanguinando per le spine perforanti. Sul lato destro dietro la sua spalla c’è un gatto nero. Un colibrì pende dalla spina che è legata intorno alla sua gola. La sua espressione è calma e solenne. Sembra anche che stia sopportando pazientemente il dolore.

Frida Kahlo ha messo così tante creature simboliche in questo dipinto. Non stava dipingendo una scena realistica, ma usando questi elementi simbolici per esprimere i suoi sentimenti. Un uccello spesso simboleggia la libertà e la vita. Soprattutto un colibrì che è colorato e aleggia sempre sui fiori. Ma in questo dipinto, il colibrì è nero e senza vita. Questo potrebbe essere un simbolo di Frida stessa. Frida ha trascorso la maggior parte della sua vita nel dolore fisico dopo l’incidente dell’autobus quando aveva diciotto anni. Dopo di che, ha subito circa trentacinque operazioni per riparare il suo corpo. Ha trascorso così tanti anni costretta a letto e non può avere figli. Questo è un dipinto sulla sua sofferenza.

Retour haut de page