Cosa mi ha dato l’acqua, 1938 Frida Kahlo

Cosa mi ha dato l'acqua 1938 Frida Kahlo

Questo dipinto ha un altro nome di “Quello che ho visto nell’acqua”. In una conversazione con il suo amico Julien Levy ha spiegato questo dipinto come: “È un’immagine del passare del tempo sul tempo e sui giochi dell’infanzia nella vasca da bagno e la tristezza di ciò che gli era successo nel corso della sua vita”.

A differenza della maggior parte dei suoi altri dipinti, What the Water Gave Me non ha un focus principale dominante. Ha alcune rappresentazioni simboliche dei diversi eventi della vita di Frida. Incorpora anche molti altri elementi dei suoi altri dipinti.

Sebbene Frida Kahlo non si sia mai considerata una “surrealista”, quest’opera è dipinta in uno stile “surrealista”. Nell’acqua, i riflessi sono le sue immagini di vita e morte, felicità e tristezza, conforto e dolore, così come il suo passato e presente. In mezzo a queste immagini giaceva Frida stessa. Sembra annegata nella sua immaginazione e il sangue le usciva dalla bocca.

Quello che l’acqua mi ha dato era firmato e datato “1939”. Ma è stato dipinto l’anno prima. Questo dipinto è stato esposto a Parigi da Andre Breton nel gennaio 1939 non firmato e senza data all’epoca. Quando il dipinto tornò in Messico, Frida Kahlo lo firmò e mise la data come “1939”. Questo dipinto è stato regalato all’amante del fotografo di Frida, Nickolas Muray, per pagare il debito di 400 dollari che gli doveva.

Torna su